fbpx

Il tuo piccolo business può accedere ai mercati internazionali?

small-businesses-access-international-markets

Fornire alla propria piccola impresa l’accesso ai mercati internazionali può essere la chiave per la sua crescita. Non importa dove: Asia, America, Australia… riuscire a lanciare l’azienda a livello internazionale è un trampolino di lancio che può far passare da una piccola impresa a una media impresa.

Raggiungere i mercati esteri richiede però maggiori attenzioni da porre al business, perché distanze maggiori richiedono, per esempio, un imballaggio più sicuro. Ciò che sarà necessario fare sarà regolare i tempi di consegna di conseguenza, oltre a definire il giusto prezzo per compensare tasse, commissioni e consegna.

Ma offrirà al tempo stesso un aumento di vendite nel mercato target.

Supponiamo, per esempio, che il proprio mercato di riferimento sia l’1% della popolazione del Regno Unito. Si tratta di circa 650.000 possibili clienti. Certo, un’ampia customer base, ma considerando la penetrazione del mercato, la concorrenza sul mercato e l’efficienza delle campagne marketing, sono in realtà molti meno i clienti che acquistano il prodotto.

Se quindi si decide di vendere a livello internazionale, ecco che i clienti potenzialmente raggiungibili diventano 70 milioni.

Se ha senso per le piccole imprese accedere ai mercati internazionali, qual è il problema?

In realtà ci sono diversi problemi, i quali, nella maggior parte dei casi, derivano dalla scelta della piattaforma e-commerce. Optando per quella sbagliata, riuscire nell’impresa di raggiungere mercati internazionali diventa praticamente impossibile a causa delle mancanza di alcune funzionalità necessarie. In altri casi invece è il prezzo di componenti aggiuntivi e dei plug-in necessari a renderla troppo dispendiosa!

#1 La barriera linguistica

Senza capacità multi-lingue è molto facile incorrere in serie difficoltà nella vendita internazionale. Molte piattaforme e-commerce proprietarie si basano su app di terze parti e traduzioni manuali. E si fanno pagare profumatamente per il loro servizio.

Quindi è necessario assicurarsi che la piattaforma scelta permetta di avere vetrine in più lingue – una volta appurato che è così, diventa possibile vendere con facilità in tutto il mondo.

#2 Zero commissioni di transazione

Molte piattaforme come Shopify impediscono ai commercianti di utilizzare il proprio sistema di pagamento e addebitano commissioni di transazione elevate. Quindi una fetta dei profitti viene persa a ogni vendita!

La giusta piattaforma di e-commerce consentirà invece di utilizzare dozzine di gateway di pagamento internazionali senza addebitare alcuna commissione di transazione. Tariffe più basse possono significare prezzi più bassi – e questo significa più clienti!

#3 Store Management

Ci sono molte piccole imprese che credono che la vendita internazionale non sia fattibile. Hanno l’impressione che si debba trascorrere 24 ore al giorno al pc pronti per ricevere ordini e offrire supporto.

Con un’app gestionale però non è così.

Il tempo non aspetta nessuno e diversi mercati si accenderanno in momenti diversi in tutto il mondo. Con un’app gestionale del negozio on-the-go facile da usare, si può portare il negozio con sé in ogni momento, per elaborare gli ordini, rispondere alle richieste e seguire il cliente soddisfatto, sempre e ovunque.

La scelta della piattaforma e-commerce può essere restrittiva in molti modi

Questi tre punti sono solo la punta dell’iceberg quando si tratta di limitare la portata del mercato, ma sono certamente i problemi principali.

Le scelte della piattaforma e-commerce sono responsabili di molto di più di quanto si possa immaginare. In effetti ci sono così tante opzioni da considerare che abbiamo persino creato questa guida comparativa semplificata da leggere.

Ho già uno store online – è troppo tardi per accedere ai mercati internazionali?

Non lo è assolutamente!

In SuperDisty non crediamo che le aziende debbano ricominciare da zero dopo aver già investito così tanto tempo e sforzi. Ecco perché il nostro eSuperStore non solo si integra perfettamente con i site-builder precedenti, ma fornisce anche:

  • Capacità multilingue (oltre 50)
  • Zero commissioni di transazione (oltre 40 gateway di pagamento disponibili)
  • App per la gestione del negozio completa e facile da usare

Significa che l’azienda può accedere ai mercati internazionali!

Si può mantenere l’ottimizzazione del motore di ricerca del proprio sito e non sprecare gli investimenti precedenti integrando eSuperStore senza problemi. Basta registrarsi ed eSuperStore si occuperà del resto.

In modo semplice è possibile ottenere tutti i vantaggi dei nostri strumenti di marketing a un prezzo basso. Una volta padroneggiate le vendite internazionali si potrà passare ad Amazon Seller Central Connect per vendere tramite Amazon e a Product Finder per competere con le aziende e vincere la Buy Box di Amazon!

Nell’attesa di avere tutte le carte in regola per poter accedere a questi strumenti, si possono leggere le nostre risorse e guide disponibili e apprendere tutto ciò che c’è da sapere sui nostri strumenti di marketing professionali e sofisticati.

SuperDisty: il tuo passaporto per i mercati globali

 

 

Comments are closed.

Get your FREE copy

Vendor Central Highlights will help you identify where your business can benefit of integrating Vendor Connect as a solution.

Subscribe to our weekly digest

superdisty-logo-1.png

Login cliente

Scegli un prodotto a cui accedere

superdisty-logo

Client Login

Choose a SuperDisty product to log into